Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser. Per saperne di piu leggi l'informativa sulla privacy.

 

#ZEROHACKATHON2019 - International Youth Marathon of Ideas on Oceans and Poles

Dal 2 al 4 ottobre, quattro studenti del nostro Istituto hanno partecipato alla #Zerohackathon2019; una manifestazione che si è svolta a Roma, presso la sede del SIOI (Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale), in collaborazione con il MIUR, l’Ambasciata Americana e l’Ambasciata di Norvegia.

A guidare e coordinare le Scuole Secondarie a livello nazionale, la Prof.ssa Laura Virli, Preside della Scuola capofila del Progetto, l’IIS ‘Blaise Pascal’ di Pomezia.

I rappresentanti del nostro Istituto, Sara Caddeo (4^A TUR), Michela Licheri (4^B Liceo), Enrico Milia (4^ GEO) e Francesco Serra (4^A Liceo), accompagnati dalla prof.ssa Martina Fanari, sono stati selezionati per il voto eccellente in inglese nella pagella dello scorso anno e i costi dell’intera esperienza sono stati coperti dal MIUR e dalle Ambasciate organizzatrici. La nostra è stata l’unica scuola della Sardegna presente alla #Zerohackathon2019.

Sara, Michela, Enrico e Francesco hanno partecipato, insieme ad altri 160 ragazzi e ragazze, alla sfida lanciata dalla maratona dedicata agli studenti della Scuola Secondaria e dell’Università.

La sfida era articolata in quattro macro-temi:

  1. Oceani e aree marine protette: ambiente e biodiversità

  2. Gestione dell’inquinamento marino: rifiuti e plastica

  3. Protezione dell’Artico e dell’Antartico

  4. Sfruttamento delle risorse dell’Antartide: implicazioni geo-strategiche, sicurezza e sviluppo sostenibile

I partecipanti sono stati divisi in squadre da otto e supportati da un tutor, (‘mentor’), per discutere, elaborare e realizzare un prodotto finale da presentare, in lingua inglese, davanti a una giuria costituita da diplomatici, docenti universitari, giornalisti e rappresentanti di associazioni nazionali e internazionali.

Una bella sfida! Accolta con entusiasmo e impegno dai nostri ragazzi.

Queste le loro riflessioni:

Sara ‘L’esperienza del progetto #Zerohackathon a Roma è stata una delle più belle che la scuola mi potesse offrire. Sono stati quattro giorni intensi, pieni di emozioni, in cui ho potuto dare il mio contributo ad un lavoro importante e, allo stesso tempo, ho potuto relazionarmi e creare amicizie con ragazzi di realtà diverse dalla mia. Se mai avessi di nuovo l’opportunità di partecipare ad un evento simile, accetterei subito’.

Michela ‘E’ stata un’esperienza formativa da ogni punto di vista: sociale, culturale e personale. Abbiamo avuto la possibilità di soddisfare tantissime curiosità e fare nuove conoscenze e siamo riusciti a sviluppare idee e lavorare in gruppo con persone di varia provenienza e tutto ciò lo ha reso un evento davvero interessante’.

Enrico ‘Penso che sia un evento straordinario a cui pochi hanno la fortuna di partecipare: è, infatti, molto raro, poter acquisire una così grande varietà di competenze, esperienze e rapporti umani in un tempo così breve. Il fatto che così tante giovani menti di tutta Italia si siano potute confrontare per creare un progetto per cercare di salvare il pianeta, è una cosa fantastica. Questa esperienza ci ha fatto crescere sotto molti punti di vista, in particolare la maturità e la professionalità nel trovarci di fronte a personalità di spicco a livello nazionale e internazionale’.

Francesco ‘Una grande esperienza formativa. Abbiamo conosciuto molte realtà di altre parti d’Italia e abbiamo lavorato sulla nostra capacità di collaborare e produrre come gruppo. Una fantastica possibilità di crescita’.

https://www.flickr.com/photos/93534647@N02/albums/72157711187044071